Torniamo a parlare di donne e sport.

Il mese scorso sono state individuate, interrogate, arrestate e condotte nella nota prigione di Qarchak, situata nel deserto a est di Teheran, le sei donne attiviste che, per riuscire ad entrare allo stadio Azadi della capitale iraniana, si erano travestite da uomo documentando il tutto nell’aprile 2018. Fra di loro ci sono l’attivista per i diritti umani Zahra Khoshnavaz, che si batte proprio per l’abolizione di questo divieto, e la fotogiornalista Forough Alaei. L’Iran è al momento l’unico Paese nel mondo che proibisce ancora l’ingresso negli stadi alle donne.

Un nostro post dell’ottobre 2018 aveva festeggiato la decisione dell’Iran di permettere l’ingresso allo stadio alle supporters di sesso femminile per assistere a una partita della propria Nazionale di calcio.

A quanto pare, Purtroppo e’ stato solo un fuoco di paglia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: