I precursori del Leicester: il Montpellier campione di Francia 2012

L’incredibile cavalcata del Leicester di Ranieri è passata alla storia come una delle più grandi vittorie di un “underdog” in un campionato di livello (la Premier League). Eppure pochi anni prima la stessa impresa era avvenuta in Francia, in Ligue 1, dove il Paris Saint-Germain degli sceicchi venne sconfitto in un lungo testa a testa da una piccola squadra dell’Occitania…

“Ain’t gonna win no more”: Chicago Cubs, i perdenti che riuscirono a vincere

Quella dei Chicago Cubs è una delle “Strisce non vincenti” più famose nella storia dello sport: 108 anni senza riuscire a conquistare il campionato di baseball americano, la MLB. Per colpa anche di una maledizione… ovina! Una storia in tre tappe fondamentali: 1908, 1945, 2016, unite da un filo che abbiamo voluto intessere in questo video.

Jason Williams & Randy Moss: i Dioscuri della DuPont High School

In questa puntata speciale vi presentiamo un racconto doppio: la storia, sia intrecciata che parallela, di Jason Williams e Randy Moss, due campioni dello sport americano partiti dalla stessa high school e dallo stesso campo (e da un’amicizia per la pelle) per arrivare al top della NBA e della NFL. Le origini, i record, le giocate, e tanto altro delle carriere di White Chocolate & The Freak!

Giancarlo Falappa: il pilota che sfidò il destino

Giancarlo Falappa, il Leone di Jesi. Un Rider che non ha bisogno di presentazioni. Un pilota che ha amato le moto e le corse forse più di chiunque altro, di certo le ha amate più di se stesso. Un uomo che su quelle due ruote ha sfidato finanche il destino….

Un’irlandese a New York: Middy Morgan, la prima giornalista sportiva donna

Lo sport, e il racconto di esso, vengono ancora associati più agli uomini che alle donne. Scopriamo insieme la storia della pioniera del giornalismo sportivo al femminile. Un’irlandese, esperta di cavalli e bestiami, che passò per l’Italia (lavorando addirittura per il nostro re!) e si realizzò negli USA, dove scrisse per le maggiori testate newyorkesi e non solo… Ladies & gentlemen, Middy Morgan!

Grand Prix di Monaco ’96: “Quel maledetto diluvio sulla F1 del principato”

Negli scorsi mesi dell’anno il COVID-19 ha tenuto sotto scacco il Mondiale di Formula 1, tornato a far rombare i motori dopo le vacanze agostane. Per fare un tuffo in un passato più imprevedibile, noi oggi vi riportiamo a uno dei Gran Premi più rocamboleschi di sempre: mettetevi comodi e fatevi travolgere dall’acquazzone di Monte Carlo che rese memorabile il GP monegasco del 1996.

La prima medaglia delle Olimpiadi moderne: il Salto Triplo ad Atene 1896

Medaglie d’oro e campioni olimpici, eroi epici dei nostri giorni: tutti ricordiamo il nome e le imprese dei vari Bolt, Mennea, Phelps, Owens… ma chi fu il primo vincitore nella storia dei Giochi moderni? La risposta la troverete in questa storia, insieme ad altri aneddoti e curiosità che ci restituiscono tutto il fascino della prima Olimpiade moderna: Atene 1896.

Ernest “Ezi” Wilimowski: il figlio dimenticato dell’Alta Slesia

Nella storia del calcio c’è stato un uomo, diviso tra Polonia e Germania, capace di segnare un poker ai Mondiali (perdendo comunque la partita), che ha chiuso la carriera con più gol che presenze, che ha cambiato nazionalità due volte, che non ha potuto far ritorno in patria mai più dopo la Seconda Guerra Mondiale… il suo nome era Ernest Wilimowski.

Oksana Chusovitina: la ginnasta immortale

Nella storia dello sport, solo pochissimi eletti possono vantare delle carriere molto longeve e ai massimi livelli. Ma fra questi highlander dei Giochi Olimpici, c’è solamente un’atleta che non appartiene a quell’insieme di sport che non impattano così pesantemente sul proprio fisico come l’equitazione, il tiro o la vela. Oksana Chusovitina è una ginnasta. L’unica della storia ad aver ottenuto la partecipazione a ben otto Olimpiadi (contando anche la rinviata Tokyo 2020). Ma c’è tanto altro…

La Guerra del Fútbol: Honduras VS El Salvador

Nel 1969, alla vigilia della Coppa del Mondo di calcio che si sarebbe tenuta in Messico, due piccoli stati come El Salvador e Honduras stavano per affrontarsi sul campo di gioco per parteciparvi. Nessuno poteva aspettarsi che quella doppia sfida avrebbe dato vita ad uno dei conflitti più sanguinosi del secondo dopoguerra.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito