A metà ottobre celebravamo il permesso accordato alle donne iraniane di assistere alle partite della loro Nazionale di calcio allo stadio. (https://sportellers.sport.blog/2018/10/18/sport-donne/)
Oggi ci ritroveremo a guardare una Supercoppa italiana che si gioca in uno stadio, il King Abdullah di Gedda, dove diversi settori sono ancora riservati agli uomini.

adobe_20190115_205451
In Iran come in Arabia Saudita, la condizione femminile è una questione parecchio delicata e “scottante”. È incoraggiante osservare le aperture del mondo dello sport, ma è triste constatare come ancora ci siano enormi passi avanti da compiere.

adobe_20190115_205837
Qui sorge spontaneo chiedersi: è giusto che per un’offerta così importante (dall’Arabia sono arrivati oltre 7,5 milioni di euro nelle casse della Lega Serie A!) si accetti di far esibire il nostro calcio in un Paese con determinate norme sociali?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: