È notizia di questi giorni la scomparsa della 23enne ciclista su pista Kelly Catlin. Statunitense del Minnesota, la Catlin aveva vinto 3 Mondiali di fila nell’inseguimento a squadre (2016-2017-2018) e l’argento olimpico a Rio 2016 nella stessa specialità. Pare si sia suicidata.

Questa tragedia ci porta alla mente altre morti premature nel ciclismo femminile.

Giovani ragazze strappate troppo presto allo sport, e soprattutto alla vita.

Adobe_20190311_164528

La nostra Michela Fanini nel 1994, pochi mesi dopo aver vinto il Giro d’Italia, morì a 21 anni in un incidente stradale, mentre era alla guida della sua auto nei pressi di Lucca, la sua città.

Adobe_20190311_164610

Anche la bielorussa Zinaida Stahurskaja, campionessa del Mondo nel 2000, perse la vita in un incidente stradale nei pressi della propria città natale. Nel 2009, a 38 anni, mentre si stava allenando nella sua Vicebsk per i campionati nazionali bielorussi, fu coinvolta in un frontale con un fuoristrada.

Adobe_20190311_164439

Tornando infine al ciclismo su pista e ad atlete italiane, la veneta Chiara Pierobon è venuta a mancare nel 2015 a Ingolstadt, in Germania, alla vigilia del Giro di Bochum. Aveva 22 anni, e a portarla via fu un’embolia polmonare.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: